Il cattolicesimo stantìo di Messori

RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
INSTAGRAM

Secondo Vittorio Messori, giornalista e scrittore cattolico, la vita eterna dovrebbe essere il vero, unico, tema di cui parlare nella Chiesa. E si lamenta che il papato parli solo di attualità. Tant’è che dice: “La Chiesa oggi è una succursale dell’ONU. Non parla di vita eterna. Questa è riduzione al mondo. Ma Gesù non si occupò di politica, nella sua predicazione non condannò neppure la schiavitù. Venne a schiuderci le porte del paradiso”.

Chissà perché, se tanto ama la spiritualità, non si sia convertito alla Chiesa ortodossa. I vertici cattolici quando mai non hanno fatto politica? Quando mai si sono posti il problema di rinunciare a uno “Stato” della Chiesa?

Semmai avrebbe dovuto dire che la Chiesa romana parla di politica solo in senso conservatore o, nel migliore dei casi, in maniera del tutto astratta.

Ma come avrebbe potuto farlo, visto che a Gesù Cristo ha sempre negato qualunque personalità politica eversiva?

Messori si convertì tardi al cattolicesimo, ma lo fece nel peggiore dei modi, disprezzando profondamente la teologia della liberazione.

RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
INSTAGRAM

Di Mikos Tarsis

webmaster dei siti www.homolaicus.com e www.quartaricerca.it

Lascia un commento